LockDown project 2020


#quarantinephotoproject 2020

Da inizio marzo 2020 , il governo italiano ha approvato  una serie di provvedimenti per contrastare la diffusione del nuovo coronavirus in Italia. Una delle misure più restrittive, imposta su tutto il territorio nazionale, riguarda  gli spostamenti delle persone: senza una valida ragione, giustificata da motivi di lavoro o per ragioni di salute o per altre necessità, è richiesto e necessario restare a casa.

È la prima volta che nella storia della Repubblica italiana viene adottata una misura di tale portata, che ha – e avrà – grosse conseguenze non solo sull’economia del Paese, ma anche sulla vita sociale dei cittadini italiani.

Un cambio di stile di vita e la paura

"L’impatto più grosso è che ci viene chiesto un radicale cambiamento dello stile di vita quotidiano, dove ci viene chiesto paradossalmente non di fare più cose, come la società moderna ci ha abituati a fare, generando il cosiddetto “stress per le tante cose da fare”, ma di non fare, di “restare a casa”" .

Tutto questo può avere delle conseguenze sul piano psicologico per le persone, a cominciare dal nostro rapporto con la paura.

Amo la fotografia e voglio dare una mano a sollevare chi si sente solo ,  ho pensato di realizzare un progetto in questo periodo di Quarantena , #quarantinephotoproject , realizzare set fotografici a distanza , restandomene a casa usando  la mia direzione fotografica e la mano della modella che si realizza da sola la foto , usando infine le mie abilita' di post produzione per realizzare lo scatto finale.



in aggiornamento :